Seguire, Inseguire o essere seguiti.

Sapere cosa fare quando hai il cane libero di correre e muoversi è fondamentale per la risposta che potrai ottenere. Alla base di tutto cambia la motivazione con la quale noi decidiamo di muoverci in un ambiente.

Quindi siamo sicuri di aver chiaro il concetto di spazio-movimento-risposta? Se no di seguito tre brevi spiegazioni di ciò che io utilizzo come sistema nei vari momenti di libertà dei cani

Quando seguo? 
CONSAPEVOLMENTE, Io seguo quando sono d’accordo su una scelta, quando ti dico che sono assolutamente al tuo fianco e appoggio la tua spontaneità e volontarietà;

Quando ti inseguo?
MAI. Io lo trovo un comportamento di “minaccia”, di controllo, di accalappiamento. Lo eviterei sempre, anche quando secondo la percezione umana sembra essere il gioco di rincorrersi che invece per il cane è, la maggior parte delle volte, un momento di estrema eccitazione e, non so fino a quanto sia positiva.

Quando essere seguiti?
A SECONDA DELLA SITUAZIONE, Io lo faccio capire attraverso il movimento nello spazio che porta il mio cane a cercarmi, a considerarmi nell’ambiente e a tenere un filo legato tra noi nonostante la distanza.
Non si sgrida per farsi seguire, MAI. Mi può scegliere come non mi può scegliere, se parliamo del secondo caso… ecco forse c’è qualcosa da considerare alla base della relazione instaurata.

Elena Bordiga
Istruttore Cinofilo

I commenti sono chiusi